02 giu 2012

Gelato alla vaniglia



Vi presento la mia terza figlia (ovviamente è femmina)...non fa capricci, dorme di notte, non piange mai....ma soprattutto fa degli ottimi gelati.



Con l'arrivo dell'estate un po' di frescura era necessaria...ho trovato questa ricetta base per il gelato alla vaniglia che vi posto apportando però delle modifiche.


300ml di latte intero
4 tuorli d'uovo
115 gr di zucchero
300 ml di panna da montare
1 cucchiaino di vaniglia in polvere bio
un pizzico di sale

In una pentola metti il latte, il cucchiaino di vaniglia in polvere bio e lascia scaldare il tutto senza far bollire; togli quindi dal fuoco.
Nel frattempo monta bene i tuorli e lo zucchero, aggiungi poi il latte, amalgama pochi secondi e poi rimetti il composto sul fuoco facendolo cuocere lentamente senza far fare le bolle.


Versa in una ciotola di medie dimensione la miscela, aggiungi il pizzico di sale e la panna e lascia riposare per un'intera notte.


La mattina metti nella gelatiera e lascia fare il gelato per 15-20 minuti. Quando e' pronto servi subito oppure metti nel freezer per almeno 4 ore.


Se non hai  la gelatiera:
Metti la miscela (dopo che ha riposato 8 ore nel frigo) nel freezer. Vai ad occhio ma mentre lentamente si gela il gelato tiralo fuori e muovilo con una frusta dall'alto verso il basso facendo incorporare aria.

Ripeti l'operazione 3 volte e il risultato non dovrebbe essere tanto diverso.





E questa la dedico al mio uomo qui sopra,dall'indole opposta al fratello, con i suoi tempi, le sue pause ed il suo divano come chi sappiamo già.

E per lo chi conosce, questo è il suo ritmo.....





Ah, dimenticavo: buon viaggio per domani Nazz!



Nessun commento:

Posta un commento