10 lug 2018

Torta cornetto Algida

Se volete preparare  un gelato alla panna fatto in casa, anzi IL gelato alla panna fatto in casa, senza l'utilizzo di una gelatiera, questa è la ricetta che fa per voi (tratto dal blog www.chiarapassion.com).

Incredibilmente facile e veloce da preparare.

Praticamente è identico nella forma e nella sostanza al nostro caro cornetto Algida.

Ingredienti

Per la base (stampo 20-22 cm)
  • 200 g di biscotti (ho usato i Digestive)
  • 100 g di burro
Per la farcia
  • 350 ml di panna fresca liquida ben fredda di frigo
  • 170 g di latte condensato (c'è al supermercato il tubetto da 170 gr)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o semini di una bacca di vaniglia
Per rifinire
  • 50 g di cioccolato fondente al 50%
  • 25 g di burro
  • 50 g di nocciole tostate

Procedura

Sciogliere il burro e tritare nel mixer i biscotti; foderare la tortiera con carta da forno e adagiare sul fondo e un po' sui lati il composto di burro fuso mescolato ai biscotti frullati, pressando bene poi la base con un fondo di bicchiere; far riposare in frigo trenta minuti.

Montare la panna fredda e quindi aggiungere a filo il latte condensato e la vaniglia e quindi mescolare delicatamente dall'alto verso il basso con una spatola per non far smontare il tutto.
Versare il composto di panna sulla base dei biscotti e livellarla bene con una spatola, quindi ricoprire con pellicola e far riposare in freezer tutta la notte.

Il giorno successivo fondere a bagno maria il cioccolato con il burro; decorare quindi la torta estratta dal freezer con il cioccolato cercando di creare uno strato sottile per far si che si riesca a tagliare dopo facilmente.Decorare con le nocciole precedentemente tritate. Riporre in freezer dove verrà conservata fino a due settimane.Toglierla dal freezer 10 minuti prima di servirla.








un ritorno all'infanzia....




13 mag 2018

Torta sbrisolata ai semi di zucca con composta di fragole

Ricetta tratta dal mensile (maggio) "La cucina italiana".
Cuoco: Joelle Nederlants
Difficoltà: media (in effetti bisogna starci un po' dietro...)
Tempo di preparazione: circa 3 ore


Mi ha colpito subito mentre stavo camminando per strada...un manifesto quasi capovolto per terra che pubblicizzava la prossima uscita de "La cucina Italiana" del mese di maggio... quando vedo dei crumble ai frutti rossi in generale non riesco a resistere.Edicola.
Eccomi.

Ingredienti per 6-8 persone

750 gr di fragole
150 gr di zucchero più un po'
150 gr di burro
150 gr di farina 00
150 gr di semi di zucca
1 lime bio
pectina (io ho usato le buste di Fruttapec della Cameo, al supermercato)-latte-sale

Ripieno

Tagliare a metà le fragole e saltarle in padella con 40 gr di zucchero per 10 minuti: 2 minuti prima di spegnere mescolarle con cura con due cucchiaini di pectina e 3 cucchiaini di zucchero; spegnere, unire un po' di scorza di lime grattugiata, stendere su un vassoio e lasciare raffreddare.

Pasta

Frullare la farina coi semi di zucca.Poi in una ciotola lavorare la farina ottenuta con 110 gr di zucchero e il burro morbido a tocchetti, un pizzico di sale e un cucchiaio di sale.Lavorare con le mani ottenendo un composto compatto, coprirlo e fare riposare in frigo per un'ora.
Foderare poi uno stampo a cerniera di 20 cm di diametro (io ne ho usato uno da 22) con 2/3 dell'impasto, formando un bordo alto di 3 cm.Coprire il fondo con carta da forno, riempire lo stampo con legumi secchi e infornare a 180 gradi per 20 minuti, quindi eliminare carta e legumi e infornare di nuovo per altri 15 minuti.
Sfornare, distribuire la composta di fragole nello stampo e coprire con l'impasto rimanente, sbriciolandolo sopra (è utile secondo me tenerlo in frigo per almeno un quarto d'ora così si sbriciola meglio, io l'ho messo qualche minuto in freezer).
Infornare di nuovo a 180 gradi per circa mezz'oretta.

Ecco, per fare questa torta dovete avere un pomeriggio a disposizione, non pensate di prepararla alle sei di pomeriggio per il dopocena...però viene goduriosa...una delle migliori mai fatte.Confermano anche i vicini di casa.Poi, se la volete abbinare a una pallina di gelato al fiordilatte, come si dice, è la morte sua...










..in un giorno di pioggia come questo...
..un brindisi anche agli gnomi e alle fate..

https://www.youtube.com/watch?v=Mih8VdHWCq8

24 apr 2018

Bicchierini di mousse alle fragole

Giorni molto intensi per me, che però non mi impediscono di creare qualcosa per distrarmi e per viaggiare nel mio mondo parallelo.
Stasera avevo delle fragole a casa e ho deciso di preparare un dessert molto rapido da eseguire, ci ho messo davvero 10 minuti.
Mi sono ispirata a una ricetta di Mysia, apportando solo una piccola modifica.

Ingredienti

400 gr di fragole
100 gr di zucchero
200 ml di panna


Lavare e tagliare a pezzetti le fragole.Asciugarle.Frullarle con lo zucchero fino ad ottenere una cremina rossa morbida.A parte montare la panna e quindi aggiungere 3/4 della mousse di fragole alla panna mescolando molto delicatamente.









Mescolare delicatamente dal basso verso l'alto per non smontare il tutto; a parte versare la mousse di fragole rimasta nei bicchierini e poi aggiungere la mousse panna-fragola. Io a parte ho montato i 50 ml di panna restanti per aggiungere un piccolo strato finale.

Decorare a piacere.

Adoro questa canzone.

https://www.youtube.com/watch?v=HYShBYZx9eA

1 apr 2018

Cioccolata di Pasqua

Con questa ricetta farò felice mamme, nonni, papà e soprattutto piccini..
facile da preparare, con le dosi giuste giuste per fare una miscela pronta per fare una cioccolata densa e gustosa...

consiglio di procurarvi dei barattoli di vetro capienti, di circa 500 ml di volume...(io ho usato qualcuno della Bormioli con il manico, ma fate pure voi, sbizzarritevi pure)

Ingredienti

70 grammi di cacao in polvere amaro
50 grammi di zucchero bianco
100 grammi di zucchero di canna
90 grammi di fecola di patate
140 grammi di gocce di cioccolato
per lo strato finale in alto oggi ho usato degli ovetti di Pasqua, ma si possono usare in altre occasioni  dei marshmallow colorati che sono molto ad effetto

Consiglio di porre nel barattolo questi strati secondo il seguente ordine: dal basso verso l'alto: cacao in polvere, zucchero bianco, zucchero di canna, fecola e gocce di cioccolato...quindi poi le caramelle o gli ovetti.


Una volta preparato il tutto, decorare il barattolo esternamente a piacere.

E quindi?

Quando lo regalate, dovete dire che lo strato in alto di ovetti o caramelle sono da togliere e mangiare a parte...quindi:
vanno mescolati gli strati rimasti in modo da creare un composto omogeneo che sarà la base della vostra futura cioccolata calda. Infatti bisogna poi prendere 40 grammi della miscela ricostituita (corrispondente a circa due cucchiai da minestra) e metterli in un pentolino con 200 ml di latte, porre quindi sul fuoco a fiamma moderata finchè non si sarà addensata.Questa miscela servirà per fare diverse cioccolate. Provare per credere.





Buona Pasqua!

https://www.youtube.com/watch?v=9E6b3swbnWg

23 mar 2018

Torta dominicana

Una mamma originaria di santo Domingo mi ha parlato della torta che si fa dalle sue parti e che ha una croccantezza tutta particolare.
Pochi ingredienti, veloce da fare, no lievito.

Ingredienti

300 grammi di mandorle con buccia tritate finemente (io però le ho lasciate un po' più grosse, di qualche millimetro)
150 grammi di zucchero bianco
6 tuorli e 6 albumi


In una terrina sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.Aggiungere le mandorle tritate e amalgamare bene.Infine aggiungere gli albumi montati a neve ben ferma (con un pizzico di sale) e quindi con una spatola mescolare dal basso verso l'alto per evitare di smontare il composto.Versare il tutto in una tortiera con bordo a cerniera, del diametro di circa 26 cm, rivestita con carta da forno.Cuocere in forno già caldo a 170 gradi per circa 45 minuti.
E' perfetta se mangiata il giorno dopo: la cottura in questo modo perde tutta l'umidità e risulta ben asciutta.

Da provare!





E Santo Domingo sia.....




3 mar 2018

Biscotti decorati da mattarello intarsiato

Questa volta non vi presenterò tanto una ricetta quanto uno strumento.Trattasi di un mattarello che...quando l'ho visto non ho capito più niente.

Ordinato come sempre qui:
https://peronisnc.it/mattarelli-e-rulli/2887/mattarello-decoro-fantasia-patisse.html

me lo sono sognato di notte e ho pensato ad amiche come Valentina Bozzetti ed Elena Fassina che.... secondo me apprezzeranno.

Rigorosamente di legno, intarsiato con motivi delicati per fare biscotti da the degni di una regina.

Ho usato un impasto che avevo già riproposto nel mio blog:

http://musicaperlagola.blogspot.it/2012/11/shortbread-alla-vaniglia.html

a mio parere questo impasto è il migliore di tutti quelli da me mai utilizzati fin d'ora per fare i biscotti.

Dopo aver tirato fuori dal frigo per la seconda volta (vedi ricetta) l'impasto già steso da un mattarello normalmente liscio, applicare il secondo mattarello intarsiato facendolo scorrere premendo un po' sull'impasto steso. E' importante che l'impasto sia freddo altrimenti la frolla si appiccicherebbe tutta al mattarello (conviene passare quest'ultimo anche in un po' di farina).Altra cosa importante è di stendere con il primo mattarello un impasto di almeno 1 cm di altezza, perchè quando si passa con il secondo mattarello si deve premere un po' e di conseguenza la frolla si abbassa un po'.

Ecco.



Un piccolo gioiello.




Prima di infornare.





Particolari.



Buon appetito!

https://www.youtube.com/watch?v=YHDVZ64cxFs&t=24s