24 dic 2011

Tortine con noci Macadamia e cioccolato bianco




Questa e' una ricettina semplice semplice per i golosi di cioccolato.....bianco come me e mio figlio Nicola.Con un'aggiunta sfiziosa..le noci Macadamia.


Ingredienti

L'unita' di misura e'la solita CUP da 240 cc

1 cup di noci macadamia tritate

1 cup e mezzo di zucchero a velo

1 cup di farina 00

100 gr di cioccolato bianco in piccoli pezzetti

5 albumi leggermente sbattutti

160 gr di burro fuso raffreddato

Un cucchiaino di essenza di vaniglia (io l'ho trovata in un negozio di prodotti biologici,altrimenti potete usare una bustina di vanillina)

Zucchero a velo per decorare

Riscaldare il forno a 180-200 gradi (ventilato)
Mescolare in un recipiente grosso le noci, lo zucchero a velo e la farina, aggiungere quindi il cioccolato; versare poi gli albumi,il burro e la vaniglia e mescolare bene.Riempire con questo impasto per meta' 12 pirottini per fare i muffins.Cuocere per circa 15-20 minuti.Far raffreddare su una grata da forno, quindi spolverare con lo zucchero a velo e servire.

E ora a noi: voglia di partire, non importa per dove....sono le undici di domenica mattina, seduti al tavolino di un bar di una stazione in bianco e nero, mentre aspetti il tuo treno che ti porta lontano dalla routine quotidiana...

http://www.youtube.com/watch?v=LYEjffrFm3c

Ma soprattutto: Buone feste a tutti!


08 dic 2011

Il dolce dell'ultimo momento

Capita di essere stanchi , di tornare a casa da giornate stressanti, di svenire letteralmente nel letto dopo due secondi che hai rimboccato le coperte a tutti, ma capita anche che non hai voglia che sia sempre così: nonostante la stanchezza hai voglia di invitare qualcuno a cena (ovviamente pizza d'asporto), ma il dolce....mai e poi mai quello lo prendero' in pasticceria....piuttosto quando avete ospiti dell'ultimo momento e volete fare un figurone vi suggerisco questo dolce spaziale che si prepara in tre minuti e mezzo....volete cronometrarvi?

Ingredienti

una ciotolina con del riso soffiato


un cucchiaio abbondante di miele da versarvi sopra



questo yogurt greco che non ha bisogno di presentazioni





e da ultimo un po' di frutta fresca.....


al posto del riso soffiato normale se volete potete mettere il riso soffiato al cioccolato e poi eventualmente guarnire lo yogurt con scaglie di cioccolato o con della frutta secca...il risultato è garantito comunque e voi in pochissimo tempo farete un figurone...


e ora a noi..... questo yogurt mi ricorda la mia prima vacanza in Grecia...questa la scena...io con un grandissimo zaino sulle spalle mi ritrovo sulla allora deserta e lontana da tutti spiaggia di Manganari dove c'erano solo tre case di pescatori...faccio una sorpresa alla mia amica di sempre che non si sarebbe mai aspettata di trovarmi lì....mentre cammino su quella lunghissima spiaggia incontro non so quante capre e solo allora capisco che quelle palline che poco prima avevo raccolto da terra chiedendomi cosa fossero non erano un tipo particolare di conchiglie...si sta per prospettare una vacanza splendida ma....per i primi due giorni ci viene un febbrone da cavallo e stiamo chiuse in questa casetta bianca in riva al mare abbuffandoci di yogurt greco,guardando fuori con i lacrimoni agli occhi (adolescenti...) e facendoci venire una malinconia senza paragoni ...la musica del sony era questa...

http://www.youtube.com/watch?v=UQeqmNbA2Hs

26 nov 2011

Torta con pinguino - Corso di Cake Design con Marica Coluzzi



4 ore decisamente intense durante le quali mi sono cimentata con le decorazioni con la pasta di zucchero...Marica, che ci ha tenuto il corso,si è veramente distinta per la sua grande professionalità e briosa simpatia...grazie di tutto e ...a presto



...noi e la pasta da zucchero....






.....e quello che ho imparato a fare....








Per informazioni sui corsi vi metto il link

http://corsocakedesign.wordpress.com/


la nostra maestra è Marica di La Mucca Sbronza

P.S. Grazie per la compagnia Elena,lo sapevo che avresti tenuto alto il morale della truppa!
baci a tutti

19 nov 2011

Sbrisolona






Ci stavo pensando un po' di giorni fa....sempre a stare dietro a far dolci soffici quando ho in mano la ricetta della mamma di Nazz per fare la vera sbrisolona tipica delle loro parti....

La ricetta nel corso di quest'ultimi anni e' stata modificata da mia suocera piu' e piu' volte fino a pochi giorni fa, quando improvvisamente lei ha deciso che cosi' era perfetta.E in effetti...

Questa e' la torta con cui e' cresciuto Nazz, accompagnata da sempre da uno spumoso zabaione...


Ingredienti per fare due sbrisolone...una per voi e l'altra da regalare a chi volete..

Ci vogliono quindi due teglie....

200 gr di farina 00
200 gr di farina fioretto (mais fine)
200 gr di mandorle pelate
150 gr di zucchero
200 gr di burro
2 tuorli d'uovo
1 limone
Zucchero a velo
Un cucchiaino di estratto di vaniglia o una bustina di vanillina
Un pizzico di sale

Sul piano di lavoro disporre a fontana le farine mescolate fra loro e nel centro mettere lo zucchero, le mandorle tritate, i tuorli, la buccia grattuggiata del limone, un pizzico di sale e la bustina di vanillina.Mescolare bene tra loro gli ingredienti, poi riformare la fontana e nel centro mettere il burro fatto ammorbidire, rimpastare quindi bene il tutto.Non si riuscira' a ottenere un impasto compatto,l'importante pero' e' che i singoli ingredienti si amalgamino bene tra loro.Dividere la pasta a meta' e distribuire le due parti in due tortiere unte e infarinate, sbriciolando gli impasti con cura e formando in ciascuna teglia uno strato uniforme; prima di infornare battere lo stampo sul piano di lavoro in modo da togliere eventuali spazi vuoti che si potrebbero formare all'interno della pasta.Far cuocere ciascuna sbrisolona per circa mezz'ora a circa 170 gradi.Lasciare quindi raffreddare e servire spolverizzando con zucchero a velo....e, come insegna Nazz, la morte sua e' lo zabaione .....


se proprio volete, potete dimezzare le dosi e farne una sola, anche se non ve lo consiglio...:-)


e ora a noi....

arriva l'autunno, siete seduti davanti a un caminetto con la nebbiolina fuori dalla finestra,una copertina calda calda vi avvolge mentre intingete la vostra sbrisolona in una tazza di zabaione ancora tiepido...

http://www.youtube.com/watch?v=m5TwT69i1lU



05 nov 2011

Oltre il vetro






Con questo post partecipo al contest di Cappuccino&Cornetto intotolato Oltre il vetro.
Quello che osservo mentre al mattino faccio colazione dal vetro della mia cucina o alla sera al tramonto con i miei bambini...il mio angolo di stacco dal resto del mondo, dopo interminabili ore di lavoro, un rifugio dove tirare il fiato. Vedendo le altre foto dei partecipanti al contest ho visto dei bellissimi panorami immersi nella VERA natura che mi hanno fatto provare un  pizzico di buona e sana invidia.In realtà vivo immersa nel cemento ma ugualmente ho cercato di rallegrare con piante e fiori ciò che mi circonda.


31 ott 2011

Vento parigino

Di ritorno da Parigi vi porto degli indizi sui posti dove andare a cercare ed annusare novità.....

mi scuso per la qualità di alcune foto, ma c'era Nazz che mi stava trascinando via per la manica....


primo posto (ma non per merito)

DETOU


qui ho trovato il tanto sospirato sciroppo di glucosio per fare il fondente....erano aaaaaaannnnnnnniiiiii....il negozio era pieno poi di tanti zuccherini e cristalli di ogni colore per decorazioni,aromi vari, ma pochi stampi...






poi abbiamo il mio preferito....MORA...

www.mora.fr


e qui mi sono sbizzarrita, ragazzi c'è veramente da perdersi tra stampi, forme, formine...qui mi sono portata avanti per il Natale...




appunto....



qui un'altra chicca delle sofisticherie...LA PATISSERIE DES REVES...delle torte raffinatissime si trovano qui, esposte sotto campane di vetro nella  galleria d'arte del rinomato pasticcere Philippe Conticini.Ogni mese prepara una diversa crostata di frutta -banana in gennaio, mandorle in marzo, fichi e mele cotogne in novembre-....







e poi LADUREE... e mi vien da ridere solo a pensarci...perchè succede sempre che quando la sottoscritta desidera di fare qualcosa ardentemente,ecco che quella cosa che in condizioni normali si avvererebbe in un batter d'occhio, diventa invece una cosa impossibile


esempio: voglia improvvisa di una omelette parigina? nel posto in cui le fanno sono finite le uova...per fortuna non è successo...forse perchè non lo desideravo abbastanza..

ma questo invece è successo perchè l'ho desiderato: voglia pazza di vedere i famosi macarons nella loro sede originale? ecco: dopo due ore di scarpinata arrivo davanti alla tanto ambita sede e mi sento dire che è chiusa perchè il giorno prima c'è stato un piccolo incidente...UN INCENDIO.....NON HO PAROLE...

mi accontento di fare qualche foto da fuori..Nazz ancora se la ride...





e poi la vera novità...quando ci sarà concesso che anche a Milano apra una sede di Hageen-Dazs con mille tipi di gelati diversi, tutti buonissimi, chissà mai che arrivino anche I MACARONS RIPIENI DI GELATO.... ( 5GUSTI: cioccolato e pistacchio, dulce de Leche, fragola, pesca vaniglia, cioccolato nero e caffè).








E dopo tutta questa dissertazione sui Macarons, ve la posso dire tutta...li ho rimangiati e non mi sono piaciuti...troppo dolcemente stucchevoli ...troppa sete...


e pensare che mi stavo per iscrivere a questo corso...magari può interessare a qualcuno che li ama e che andrà a Parigi...vi lascio il link 

http://www.ateliermacarons.fr/



e ora a noi:

http://www.youtube.com/watch?v=Q3Kvu6Kgp88

bacetti

22 ott 2011

Crostata alla farina di mandorle o torta della dimenticanza






E' da un po' che non aggiorno il blog ma le numerosi notti insonni causa acciacchi vari dei miei figli e le innumerevoli ore di lavoro cause acciacchi dei figli altrui mi hanno un po' rallentata...
preparatevi perchè la mia produzione in questo periodo si è concentrata sulla crostata, perchè Elia la richiede al mattino in modo molto esasperante, devo dire la pretende. La produzione media di crostate si aggira quindi su 2-3 crostate a settimana, di solito faccio la casereccia che trovate sul mio blog, ora cerco di aprirmi a nuovi orizzonti.

La ricetta che vi propongo oggi è davvero particolare; devo soprattutto ringraziare Rossella che un po' di sere fa mi ha chiamato chiedendomi questa ricetta che ormai avevo messo nel dimenticatoio e che lei si ricordava di aver provato anni fa a casa mia.


Ingredienti:

300 gr di farina 00
250 gr di zucchero
200 gr di burro
250 gr di farina di mandorle
2 uova
1 pizzico di cannella
1 pizzico di chiodi di garofano
1/2 buccia limone grattuggiato
un vasetto di marmellata di mirtilli, o di fragole, o di frutti di bosco (OVVIAMENTE FATTA IN CASA ;-))

Procedimento difficilissimo:

amalgamare il tutto

3/4 dell'impasto da utilizzare per la base, 1/4 per le decorazioni sovrastanti

infornare a 180 gradi per circa 40 minuti

Devo confessarvi una cosa: proprio ora mentre trascrivevo gli ingredienti mi sono accorta di NON AVER MESSO NEANCHE UN GRAMMO DI ZUCCHERO....PICCOLA DIMENTICANZA...vi giuro che è venuta buona lo stesso, quindi potete provare le due versioni se vi pare, con o senza zucchero, oppure sbizzarritevi voi con una grammatura di zucchero che puo' andare da 0 grammi a 250 grammi......



E ora a noi....

questa è la torta delle mie notti insonni, a cui ho pensato nel dormiveglia... la luna mi ha portato consiglio...

http://www.youtube.com/watch?v=KGe-RF1nDQk

29 set 2011

La torta di Biancaneve: pie di mirtilli e mele






Giusto pochi giorni fa Nicola mi ha chiesto la torta che Biancaneve prepara ai sette nani e giusto giusto domenica ho avuto modo di assaggiare una torta buonissima fatta da Chiara, la zia di Nazz, che molto mi ricorda questa.

Ho colto l 'occasione al volo...


Ingredienti

300 gr di farina
2 tuorli
30 gr di latte
125 gr di burro
70 gr di zucchero
2 mele
150 gr di mirtilli
un pizzico di sale

Preparare la pasta lavorando la farina con lo zucchero ed il burro fino a quando quest' ultimo viene assorbito.Aggiungere i tuorli, il sale ed il latte, legare l' impasto e raccoglierlo in una palla.Lasciare riposare mezz' ora al fresco.Tirare una sfoglia sottile con 3/4 della pasta e foderare uno stampo da 22 cm ( io  pero'consiglio anche uno stampo un po' più grande se no la pasta risulta troppo spessa). Sbucciare le mele e tagliarle a tocchetti, mecolarle con i mirtilli, 2 cucchiai rasi di farina,2 cucchiai di zucchero (io ne consiglio 4) e versare il tutto nella crosta.Tirare la sfoglia rimasta e ricoprire il dolce.Far aderire la pasta a quella sottostante.Incidere la superficie con piccoli tagli e passare in forno caldo a 180 gradi per circa 40 minuti, forse anche qualche minuto in più.Togliere dal forno e lasciare raffreddare.

Si puo' servire anche tiepida con un ciuffo di panna montata aromatizzata con poca cannella.



E ora a noi.......questa la dedico a mio figlio Nicola

http://www.youtube.com/watch?v=8a8cYFE0vck

...peccato poi che Nicola quel giorno abbia vomitato 20 volte  (ovviamente prima di mangiare la torta), e che la medesima sia stata letteralmente "scofanata " da Elia...

12 set 2011

Colazione da Tiffany: doughnuts in fifth Avenue






Ancora una ricetta dal libro The Kosher Baker da cui avevo tratto i Black and Blue Muffins.
Anche questa ricetta era da un po' che mi frullava in testa: i Doughnuts, quelli di Homer Simpson, per intenderci.

Le unita' di misura sono le cup, di cui vi portero' le conversioni.

Ingredienti  UNITA' DI MISURA UNA CUP DA 240 CC

Una bustina di lievito di birra disidratato da 7 grammi
1/4 di cup di acqua calda
3/4 di cup  di zucchero bianco più a parte un cucchiaino da dessert dello stesso
3/4 di cup di latte di soia
120 grammi di burro
2 uova intere
un cucchiaino da dessert di sale
una bustina da vanillina
dalle 3 e 1/2 alle 4 cup di farina 00
3 cup di olio di semi di girasole

Attenzione: solo l'unità di misura del burro è in grammi.

In un grosso recipiente porre il lievito, l' acqua calda e un cucchiaino di zucchero e lasciare riposare per 10 minuti.
Aggiungervi quindi il resto dello zucchero, il latte di soia, il burro tagliato a pezzettini, le uova, il sale, la bustina di vanillina e 3 cup di farina e mescolare con un cucchiaio di legno.Aggiungere quindi in seguito ancora una cup e mezzo di farina, poco per volta, impastando il tutto. Ricoprire quindi l' impasto con un canovaccio pulito e lasciare lievitare il tutto per circa un' ora.Ho ricreato personalmente la temperatura ideale per la lievitazione impostando la temperatura del forno a 35 gradi per 10 minuti mettendovi dentro l'impasto, quindi ho spento tutto e ho lasciato la luce del forno accesa di modo che creasse quel poco calore necessario per la lievitazione tenendo il tutto nel forno per un ora.
Tirare quindi fuori l' impasto lievitato dal forno, stenderlo con un mattarello arrivando ad uno spessore di circa 1 cm (e' necessario per stenderlo bene aggiungere della farina sul tavolo di lavoro). Se non avete a disposizione le formine per fare i doughnuts che Nazz mi ha portato da New York





potete tranquillamente usare un bicchiere rovesciato per creare tante forme tonde e per creare il buco all 'interno delle vostre ciambelle potete usare un banalissimo tappo di bottiglia.Una volta preparati i voltri dolcetti lasciarli lievitare ancora in forno secondo il modo che vi ho illustrato prima per 45 minuti.Preparare quindi una padella con l'olio di semi che, quando sara' caldissimo, accogliera' i vostri doughnuts.Il tempo di frittura e' molto breve, io li ho girati piu' volte velocemente per circa un minuto ed appena li vedevo dorare li toglievo ponendoli su carta assorbente.
In realtà esiste la possibilità di cuocerli anche nel forno ma mi devo ancora cimentare, vi faro' sapere.




Una volta raffreddati ho preparato la glassa, che potra' essere bianca o al cioccolato (vi lascio il link a cui mi sono ispirata per i dosaggi ed il procedimento: http://cosacucino.myblog.it/archive/2010/08/07/la-ricetta-originale-le-famose-ciambelle-donuts-americane-de.html.Una volta glassati decorarli a piacere.


Consiglio: vanno consumati presto presto, l'ideale sarebbe ancora tiepidini, perchè come tutte le cose fritte,a distanza di tempo, non sono piu' goduriose così come all'inizio.

E ora a noi...



Care amiche: chiudete gli occhi...è l'alba...siamo su un taxi su una delle centralissime di New York,stanche ed elegantissime...forse un po' annoiate...ci aspetta una colazione da ricordare..

http://www.youtube.com/watch?v=ySQUsWXgNyE


Con questo dolce partecipo al contest di Caia:

29 ago 2011

Ciambellone


Questa è la pentola a fornetto di cui vi parlero':




Era da un bel po' che mi frullava in testa, avevo gia' da parte tutti gli ingredienti pronti...poi e' finalmente arrivata la pentola fornetto che le nostre nonne avrebbero riconosciuto sicuramente...da quando mi hanno parlato di questa particolarissima pentola che cucina i dolci sul fornello a gas non ho capito piu' niente, dovevo averla....non semplice da reperire nei negozi, facilmente ordinabile online (io l'ho acquistata qui: http://www.cantavenna.it/ ,dove ormai mi stendono i tappetini d'oro).

Ed eccomi qui a proporvi il dolce piu' semplice del mondo,che dopo questa particolare cottura e' diventato molto piu' soffice di tanti altri cotti al forno.

Mi sono ispirata a una ricetta di Marilena del blog di "A tavola con semplicita'" ,atavolaconsemplicita.blogspot.com/, a cui pero' ho apportato delle modifiche.

Ingredienti

400 gr di farina 00
350 gr di zucchero bianco (di cui 330 gr per l'impasto e 20 gr da cospargere sulla superficie della ciambella prima di cuocere)
6 uova
150 ml di latte
100 ml di olio di semi di girasole
Una bustina di lievito per dolci
La mia aggiunta: un bel bicchierino da liquore di rum

In una ciotola sbattere i tuorli con 330 gr di zucchero.Aggiungere quindi il latte, l'olio, la farina ed il lievito setacciati ed amalgamare bene il tutto.A tale composto aggiungere quindi il rum e poi gli albumi precedentemente montati a neve in un'altra ciotola, mescolando il tutto molto delicatamente.

Versare l'impasto nella pentola a fornetto precedentemente imburrata ed infarinata, versare sulla superficie del ciambellone i 20 gr di zucchero e quindi porre la pentola chiusa sul fornello piu' piccolo, prima a fiamma media per 5 minuti,poi bassissima per 25 minuti, poi a fiamma medio bassa per 30 -40 minuti circa.

E ora a noi:
.....è l'alba, nebbiolina,seduti ad un vecchio caffè ad un porto di mare, per me quello di San Francisco, tuffando nel latte caldo questo morbidissimo ciambellone e perdendosi in pensieri nostalgici


http://www.youtube.com/watch?v=NLDCOj4W9ok




07 ago 2011

Gelato alla crema di mirtilli



























E' una crema gelata preparata per le notti calde estive...di quelle in cui la calura spesso non da tregua e che ti spinge a cercare un gelido sollievo al palato ed alla gola.

Ingredienti

Come base ho preparato un semplicissimo zabaione:

4 tuorli
120 gr di zucchero
Un bicchierino da liquore di marsala

Ho utilizzato la ricetta del bimby (con la farfalla tuorli e zucchero vel. 2/3 per 3 minuti,quindi aggiungere il marsala e frullare per ancora 7 minuti a vel. 2/3 a 70 gradi). Ma potete tranquillamente utilizzare una qualsiasi ricetta base per fare lo zabaione,l'importante e'che ci siano di base 4 tuorli.

Aggiungere quindi allo zabaione 250 ml di panna fresca liquida ben montata mischiando con delicatezza con un cucchiaio di legno dal basso verso l'alto.

Nel frattempo fare sbollentare sul fuoco per qualche minuto 300 grammi di mirtilli freschi insieme a 50 grammi di zucchero e a 4 cucchiai di acqua.Una volta cotti laciarli raffreddare e quindi aggiungerli al precedente composto di panna e zabaione mescolando con delicatezza.

Riporre in freezer per qualche ora, tirare fuori almeno circa mezz'ora prima di servirlo.


E ora a noi....da gustare al chiaro di luna...
....una festa in un meraviglioso giardino di una antica villa in riva al lago...
...coppie che ballano lentamente...

...da lontano le note di questo capolavoro...


24 lug 2011

Crostata alla marmellata di prugne



Questa è la crostata che ogni mattina in campagna mangiano i miei bambini, è la crostata per eccellenza, e dico cio' perchè è la ricetta della mamma di Nazz, per cui quando questo dolce viene a tavola, i miei figli snobbano tutto il resto.

La ricetta è semplicissima

Ingredienti

300 gr di farina
tre tuorli
150 gr di burro
150 gr di zucchero
1 presa di sale

Disporre la farina a fontana con al centro i tuorli e lo zucchero ed il sale mentre ai margini, sulla farina stessa, il burro a pezzetti.
Amalgamare con una forchetta dapprima i tuorli con lo zucchero poi impastare il tutto assieme alla farina ed al burro; il segreto per la pasta frolla è di lavorarla per il minor tempo possibile.
Una volta preparato disporre l'impasto a forma di palla in frigo per almeno mezz'ora.

Quindi procedere a stendere una parte dell'impasto su carta da forno, stendere la marmellata che gradite -oggi noi abbiamo utilizzato quella di prugne selvatiche del nostro alberello- e cuocere a circa 170 gradi per mezz'ora.

E ora a noi....la dedico appunto a lei, che impasta meglio del bimby o di qualsiasi altro robot da cucina,

28 giu 2011

Cheesecake ai frutti di bosco della Lui


E rieccoci dopo lunghe giornate una più calda dell'altra...non posso fare a meno di sfornare quindi cose fresche per il godimento del vostro palato.
Questa ricetta l'ho chiesta alla zia di Nazz, la Lui, perchè credo sia la cheesecake più buona che io abbia mai assaggiato ad oggi.Anche l'occasione per cui è stata fatta è un po' particolare: quando arriva l'estate tutta la famiglia di Nazz (genitori, zii, cugini, suocere , mogli...) si ritrovano per passare una giornata in campagna insieme, all'insegna della comunione, della spensieratezza e dell'ozio....l'ultima volta che ci siamo trovati è stato in una bellissima casa di campagna, con l'aia, la griglia ed una lunghissima tavolata di ottimi cibi che ognuno aveva portato con sè..la Lui ha portato questa chicca che ho provato a rifare....
 
 
Ingredienti
 
Per la base
180 gr di biscotti secchi Doria tritati fini + 1 etto di butto da sciogliere al microonde....mescolare il tutto e preparare la base della torta
 
per l'impasto da versare successivamente sulla base:
 
80 gr di zucchero
3 uova
250 gr di mascarpone
250 gr di ricotta
 
 
procedimento per l'impasto:
 
amalgamare con un frullino elettrico i tre tuorli con  lo zucchero, quindi aggiungere il mascarpone, successivamente la ricotta, e da ultimo i tre albumi montati a neve.
 
Versare il composto sulla base.Infornare a circa 180 gradi per circa mezz'ora, forse qualche minuto in meno, dipende dal forno.
 
 
Una volta raffreddata spalmare sopra la torta un sottile velo di marmellata, che piu' vi piace e decorarla con della frutta a piacere..
 
Grazie Lui...e anche  Adriano che sei stato davanti alla griglia tutto il giorno!
 
 
e ora a noi...è stata una giornata cosi': sapore di fragole sul palato, aria fresca,seggiole di vimini, fieno, Elia che correva nell'aia come un pazzo....http://www.youtube.com/watch?v=rmj3iU36Mmw&feature=related

19 giu 2011

Buon compleanno Nazz... crostata allo yogurt e ai frutti di bosco







Oggi è il suo compleanno.....che responsabilità per la torta...andando a cercare tra le mille ricette che ancora devo fare non trovavo niente che mi rendesse soddisfatta...al che mi sono detta: ma a lui cosa piace? due cose: lo yogurt ed i frutti di bosco...e facciamogli una torta con questi due ingredienti....


Ingredienti

Per la pasta:

250 gr di farina 00
125 gr di zucchero semolato
135 gr di burro
1 uovo
1 tuorlo
1 limone
un pizzico di sale

Per farcire:

120 gr di yogurt intero bianco
80 ml di panna fresca
200 gr di frutti di bosco assortiti
50 gr di zucchero vanigliato



Tagliare il burro a pezzetti e farlo ammorbidire a temperatura ambiente.Disporre a fontana la farina setacciata e lo zucchero.Sgusciare al centro della farina 1 uovo ed un tuorlo e porre il burro a pezzetti.Aromatizzare con la buccia di limone grattuggiata finemente e un pizzico di sale.Impastare gli ingredienti con le mani, formare una palla, avvolgere con pellicola trasparente e fare riposare in frigo per 30 minuti.
Successivamente tirare la frolla con il mattarello a uno spessore di 0,5 cm, porre quindi la pasta tirata in uno stampo a cerniera leggermente inburrato ed infarinato.
In una ciotola lavorare lo yogurt con lo zucchero a velo vanigliato e la panna.
Farcire la torta con la crema di yogurt ed i frutti di bosco.Cuocere in forno a 180 gradi per circa 30 minuti e far raffreddare.Si possono utilizzare tipi di frutta diversi.


Abbiamo passato questa giornata all'insegna dell'estate, in mezzo al verde, con i bambini che si sono rotolati nell'erba e sono tornati a casa stanchi, zozzi e felici....


questa torta è da assaporare con le note di una musica altrettanto frivola e all'insegna dell'allegria

http://www.youtube.com/watch?v=j-HNZLg6ntI

05 giu 2011

Clafoutis di ciliegie



Con questa ricetta partecipo al contest di "Zampette in pasta" cogliendo l'occasione di ringraziare Laura per l'opportunità che mi sta dando.





Ingredienti


...un bell'albero di ciliegie...






400 gr di ciliegie zuccherine denocciolate










scala, forbici , varie ed eventuali


2 uova intere


100 gr di zucchero


100 gr di farina


1/4 di litro di latte


1 pizzico di sale


Amalgamare con un frullino elettrico le uova con lo zucchero fino a raggiungere una consistenza cremosa, aggiungere a pioggia la farina, il pizzico di sale e da ultimo il latte.


Porre l'impasto in una teglia rotonda dapprima infarinata ed imburrata, successivamente disporre sopra l'impasto le ciliegie denocciolate. Cuocere in forno per circa 40 minuti a circa 175 gradi.




Buon appetito....





...e ora a noi...

dopo questo nuovo contatto con la natura, questa ci sta proprio bene...



www.youtube.com/watch?v=iAIVTJapS2Q


30 mag 2011

Black and Blue Muffins







Tra una perdita di valigia e l'altra eccomi arrivare dall'America questo libro che credo mi accompagnerà per parecchio tempo.
La ricetta che vi propongo oggi riguarda dei gustosissimi muffins neri e blu....ALLE MORE E MIRTILLI.


Ingredienti per 18 muffins




230 gr di burro


200 gr di zucchero bianco


55 gr di zucchero di canna


2 uova


1 cucchiaio da minestra di miele


una bustina di vanillina


1/4 di cucchiaino da dessert di cannella


230 gr di farina 00


1/4 di cucchiaino da dessert di sale


due cucchiaini da dessert di bicarbonato di sodio (io ho usato la baking soda ma è uguale)


circa 80 ml di latte di soia


una tazzina da te' di mirtilli


una tazzina da te' di more




Accendere il forno a 180 gradi; predisporre dei contenitori per circa 18 muffins.


In un recipiente amalgamare con un frullino elettrico il burro, lo zucchero bianco e quello di canna, fino a far diventare il composto di una consistenza cremosa.Aggiungere quindi le uova, il miele, la vanillina e la cannella e amalgamare di nuovo.


In un altro recipiente mischiare la farina, il sale, il bicarbonato.Aggiungere metà di quest'ultimo composto secco ai componenti del primo recipiente ed amalgamare.Aggiungere a tale composto mischiato 40 ml di latte di soia ed amalgamare.Aggiungere quindi la rimanente parte del composto secco e infine versare da ultimo gli altri 40 ml rimasti del latte di soia.Aggiungere i frutti (eventualmente tagliare in 4 parti le more se sono troppo grosse) e mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno.




Riempire ciascun contenitore per muffin con il suddetto composto per circa due terzi.Cuocere per 35 minuti, togliere dal forno e lasciare raffreddare per circa 10 minuti e quindi porre i muffins su di una grata per farli raffreddare completamente.




p.s. i tempi del forno per me sono stati un po' piu' brevi di quanto previsto dalla ricetta , circa 25 minuti.




Buon appetito....

e ora a noi...questi sono i muffins dei miei bambini...queste delizie di solito vengono consumate e sbriciolate ovunque in cucina al suono di questa canzone , che più volte scandisce le loro colazioni e conseguentemente i loro disastri...

www.youtube.com/watch?v=2yPkR23NK8E

Con questa ricetta partecipo al contest di Caia: